I beni confiscati alla criminalità organizzata non sono immobili come gli altri. Essi sono stati simboli del potere dei camorristi sui territori da loro dominati
Il progetto
Vogliamo rendere accessibili ai non addetti ai lavori le informazioni sui beni confiscati alle mafie e promuovere buoni esempi di riuso sociale.
Cosa facciamo
Cosenostre.info vuole essere uno strumento informativo interattivo sul patrimonio immobiliare recuperato alle mafie.
Mappatura
  • Sono i beni confiscati utilizzati

  • Sono i beni confiscati su cui è in atto un interveto per usarli

  • Sono i beni confiscati non utilizzati

  • 1
Aderisci all'appello
137
unità immobiliari ceniste
107
unità immobiliari pubblicate
44
beni utilizzati
42
beni abbandonati
19
beni in cui è in atto intervento di recupero
13
video realizzati

Ultimi giorni per l’iscrizione al Master che prepara i professionisti dell’anfimafia. Il Master di II livello è un corso di alta formazione post lauream, che si propone di fornire contenuti, strumenti e risorse utili per comprendere i fenomeni di criminalità mafiosa, le loro attività, l’impatto sul tessuto economico e sociale e per individuare le strategie di intervento più efficaci per promuovere percorsi di antimafia sociale, attraverso l’utilizzazione delle opportunità che la legislazione offre in tema di riutilizzo sociale dei beni confiscati.

Proseguono i focus group sul riutilizzo sociale dei beni confiscati: 18 Aprile ore 17,00 a Sessa Aurunca il secondo incontro sul riutilizzo dei beni confiscati. Un’occasione di incontro e di dibattito, ma anche “una presa di coscienza” territoriale rispetto ai temi della legalità e della giustizia: i focus group sul riutilizzo sociale dei beni confiscati, promossi dal Centro Servizi per il Volontariato “Asso.Vo.Ce.” di Caserta, dal Coordinamento Libera della provincia di Caserta e dal Comitato Don Peppe Diana., si pongono l’obiettivo di “liberare” le informazioni sui beni confiscati, rendendole fruibili dai non addetti ai lavori, e rientrano nelle attività previste per l’Osservatorio Provinciale dei Beni Confiscati alla Criminalità Organizzata.

Concluso a Castel Volturno il primo focus group sull’uso sociale dei beni confiscati: tempi troppo lunghi, strutture condannate al declino. Proposti un tavolo permanente tra associazioni ed enti pubblici ed un confronto territoriale sul Bando per l’assegnazione dei Beni Confiscati

Dacci una mano
Hai visto un bene confiscato? Conosci la sua storia? Possiedi del materiale utile a ricostruire la storia di quel luogo? Scrivici utilizzando il form qui sotto.

  1. Email(*)
    Inserire un'indirizzo email valido
  2. Descrizione(*)
    Inserire una descrizione
    breve descrizione del bene
  3. Foto
    Invalid Input
    caricare una foto del bene
  4. Video
    Invalid Input
    caricare un video del bene
  5. Inserire il controllo anti-spam
  6.